Capri senza Dacic, Savona corsara

Pomeriggio amaro per Capri, che davanti l’imbattuta Savona non riesce a uscire indenne collezionando la seconda sconfitta consecutiva. Una prova macchiata dall’assenza di Dacic: senza la lunga titolare, la formazione di coach Falbo regge trenta minuti alla pari prima di subire il break decisivo nel quarto periodo.

CAPRI: Bovenzi, Rios, Maggi, Boccalato, Manfrè
SAVONA: Sansalone, Paleari, Zanetti, Poletti,Tyutyundhzieva

Cronaca – Avvio a rilento di entrambe le formazioni, con gli errori che la fanno da padrone. Savona si sblocca con cinque punti consecutivi, poi insacca anche Tyutyundhzieva e in un amen è 0-7. Manfrè sblocca la formazione locale, ma Savona è in controllo e in un amen vola via toccando il 3-14 a metà frazione. Bovenzi prova a risvegliare la squadra (6-14), ma è Martines con un bel canestro a rimettere in scia Capri sul 8-14. Margine che non cambia con il punteggio che segna 10-16 alla prima sirena. Anche nel secondo periodo è Martines la più ispirata in casa Blue Lizard, mentre Bovenzi dalla linea della carità ricuce ulteriormente scrivendo il 14-18. Il 2/2 di Maggi avvicina le due squadre, con l’inerzia che è tutta di Capri che trova un bel contropiede finalizzato da Bovenzi che vale l’aggancio a quota 23. Equilibrio che continua a farla da padrone tra le due compagini e solo una tripla nell’ultimo minuto di Paleari permette alle liguri di riallungare andando al riposo sul 33-37.

Dopo la pausa lunga, è botta e risposta tra Paleari e Rios con Bovenzi che si mette subito in mostra con un gran canestro che vale il 39-43. Rios trova un magnifico canestro, con Savona che che fatica a contenere l’ispirato attacco di Capri, che con Boccalato trova il 43-45. Manfrè mette il piazzato che vale il pareggio, obbligando le liguri al minuto di sospensione. Parità che non cambia e dopo tre quarti, è 54-54 sul tabellone di gioco. Negli ultimi dieci minuti le ospiti rimettono il naso avanti, con Zanetti a spingere le compagne sul 54-59. Bovenzi dalla lunetta riavvicina la Blue Lizard, ma Salvestrini replica con la stessa moneta. Tyutyundhzieva da sotto riallontana Savona, poi ci pensa Picasso a timbrare dalla distanza il nuovo allungo sul 57-67. E’ la tripla che manda i titoli di coda, con Savona che tocca il massimo vantaggio sul 59-72 prima di amministrare gli ultimi due minuti di gioco. Capri è costretta ad arrendersi con il punteggio finale di 64-75.

Le parole di coach Falbo: “Non possiamo permetterci una assenza come quella della Dacic, torniamo nella nostra dimensione e ci sarà tanto da lavorare”.

Blue Lizard Basket Capri 64 – Savona 75

Capri: Rios 15, Bovenzi 17, Porcu, Panteva 3, Boccalato 7, Dacic ne, Maggi 8, Martines 6, Manfrè 8, Moretti ne. All.Falbo
Savona: Ceccardi 7, Salvestrini 12, Pregliasco, Poletti,
Tyutyundhzieva 14, Sansalone 7, Picasso 3, Paleari 12, Zanetti 14, Leonardini 6. All. Dagliano

Uff.Stampa Blue Lizard Basket Capri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: