Capri, è il giorno più bello: espugnata Savona, è salvezza

Salvezza, salvezza, salvezza. Ripetuta tre volte, come le partite necessarie per scriverlo. La Blue Lizard Basket puo’ finalmente festeggiare la permanenza nella seconda categoria nazionale al termine di una sfida epica, durata due overtime ma che alla fine ha visto le ragazze di coach Dalla Libera festeggiare. Capri sfoggia la miglior Giorgia Bovenzi dell’anno: la play classe 2002 sigilla una stagione magistrale con una prova altrettanto da urlo: 33 punti, 14 rimbalzi e 8 assist a referto. Non da meno è Rios, con la capitana che stampa la tripla doppia da 20 punti, 12 rimbalzi e 10 assist. In una gara simile è però la forza del gruppo a risultare decisiva, con le campane che pur con rotazioni minori (solo 8 giocatrici a referto causa infortunio settimanale a Martines) riescono ad aver la meglio dopo ben cinquanta minuti di gara.

SAVONA: Sansalone, Picasso, Zanetti, Leonardini, Pobozy
CAPRI: Bovenzi, Gallo, Rios, Panteva, Dacic

Cronaca – Capri versione trasferta. Gara due viene lasciata subito alle spalle con il solito inizio a tutto gas. Il primo vantaggio lo firma Gallo, con Bovenzi e Rios che tengono le campane avanti anche a metà frazione, sul 10-13. Bovenzi prima e Gallo poi scrivono il più cinque, mentre Rios in chisura di quarto sancisce il 16-24. Nel secondo periodo Bovenzi fa più dieci, ma Savona inizia a reagire e con Nezaj e Dagliano ricuce sul meno sei, sul 22-28. Bovenzi e Rios rimettono la doppia cifra di margine (27-37 al 16′), ma il finale di quarto è tutto delle liguri con Pobozy che sale in cattedra e con otto punti riapre completamente i giochi, sul 40-41 che manda le due formazioni al riposo. Al rientro in campo Leonardini e Zanetti firmano il vantaggio locale (44-41), ma è un fuoco di paglia e Bovenzi, Dacic e Manfrè firmano il controsorpasso, sul 44-49. Sansalone trova il meno tre, ma cinque punti di Rios rimettono a debita distanza Capri. I liberi di Bovenzi sigillano il terzo periodo sul 47-56. L’ultimo quarto è una raffica di emozioni: Nezaj prova a ricucire lo strappo, ma le solite Bovenzi e Rios replicano colpo su colpo con la Blue Lizard in controllo sul 54-62. Savona però non molla e spinta dal rumoroso pubblico rientra punto dopo punto, con Pobozy e Zanetti a firmare il meno due a cinque minuti dal termine. Capri chiama timeout, ma al rientro Nezaj è protagonista del sorpasso con Savona che tocca il più tre, sul 68-65. Dacic segna da sotto, Gallo è glaciale in lunetta e a un minuto dal termine, è 68-69. Nezaj da un lato e Dacic dall’altro non smuovono il punteggio, così ci pensa Picasso con una tripla incredibile a quattro secondi dal termine a mandare in delirio i propri tifosi, per il 71-69. Bovenzi è però brava a non scoraggiarsi, facendo tutto il campo e trovando a tempo scaduto un fallo sul tiro da tre punti che la porta in lunetta. Il 2/3 della numero cinque è però dolce amaro, perchè vale la parità ma il terzo libero sbagliato condanna al supplementare l’incontro. Nel primo overtime Savona sembra padrona della gara, volando sul più cinque (78-73) grazie a Picasso e Pobozy. Capri però torna a contatto con Rios e Bovenzi (80-79) trovando col piazzato di Manfrè il sorpasso. L’errore di Nezaj e il viaggio successivo di Bovenzi ai liberi sembrerebbe chiudere i conti, ma ancora una volta l’MVP di giornata trova solo 1/2 e Sansalone è brava a trovare il contropiede vincente che vale l’82-82 che manda tutti al secondo extra time. Reduce dall’errore in lunetta, Bovenzi suona subito la carica con la tripla del 82-85. Leonardini e Sansalone non trovano punti, al contrario Gallo e Manfrè non falliscono, con Capri che prova a volar via sul 82-89. Savona chiama minuto di sospensione: Sansalone e Picasso son le ultime a mollare trovando il meno tre a quaranta secondi dal termine, ma gli errori successivi di Gallo e Panteva da una parte e quello successivo di Sansalone lasciano immutato il punteggio. Capri s’impone 89-92.

Il commento a fine gara del vice presidente Margherita Cacace: “Questa salvezza per noi è motivo di grande soddisfazione, giocare sempre in trasferta non è stata una cosa semplice, soprattutto se consideriamo che le ragazze si sono dovute allenare in diversi palazzetti molto spesso ad orari improponibili. Un plauso va quindi alle ragazze, allo staff tecnico e a tutti quelli che ci hanno sostenuto ma soprattutto a quelli che non lo hanno fatto perché sono proprio quelli che ci danno ancor di più la forza per lottare … ora è tempo di tornare finalmente a casa”.

Amatori Pall. Savona – Blue Lizard Basket Capri 89 – 92 (16-24, 40-41, 47-56, 71-71, 82-82, 89-92) (d2ts)

AMATORI PALL. SAVONA:
Ceccardi 2 (1/5 da 2), Nezaj 14 (4/7, 2/8), Gorini NE, Pitzalis NE, Ghigliotto NE, Poletti NE, Dagliano 6 (1/6 da 2), Sansalone* 13 (5/6, 1/10), Picasso* 13 (1/1, 3/7), Leonardini* 7 (2/4, 1/2), Pobozy* 30 (9/17 da 2), Zanetti* 4 (2/9 da 2). Allenatore: Dagliano R.
Tiri da 2: 25/55 – Tiri da 3: 7/27 – Tiri Liberi: 18/24 – Rimbalzi: 50 12+38 (Pobozy 14) – Assist: 30 (Dagliano 7) – Palle Recuperate: 7 (Nezaj 2) – Palle Perse: 14 (Dagliano 4) – Cinque Falli: Dagliano, Pobozy, Zanetti

BLUE LIZARD BASKET CAPRI: Rios* 20 (8/11, 0/4), Bovenzi* 33 (8/11, 2/5), Porcu, Panteva* 2 (1/5, 0/1), Gallo* 12 (2/8 da 3), De Rosa NE, Manfre’ 16 (7/16 da 2), Dacic* 9 (4/11, 0/1). Allenatore: Dalla Libera G.
Tiri da 2: 28/54 – Tiri da 3: 4/21 – Tiri Liberi: 24/33 – Rimbalzi: 50 11+39 (Bovenzi 14) – Assist: 29 (Rios 10) – Palle Recuperate: 7 (Manfre’ 3) – Palle Perse: 16 (Bovenzi 4) – Cinque Falli: Dacic

Uff.Stampa Blue Lizard Basket Capri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: